I Termini Firenze

Ai lati dell’ingresso principale si trovano a ridosso della facciata, due statue marmoree denominate Termini (secolo XVI), utilizzate fino a poco tempo fa come sostegno della catena posta a sbarramento dell’ingresso. I due Termini rappresentano una figura maschile ed una femminile, la prima è attribuita a Vincenzo De’Rossi, la seconda a Baccio Bandinelli. Si precisa che le scarse notizie storiche al riguardo né rendono incerta l’attribuzione e l’epoca di realizzazione.

Le statue, alte rispettivamente m 2,65 quella maschile e m 2,75 quella femminile, sono entrambe composte da due elementi in marmo uniti orizzontalmente nella zona inferiore. Le due sculture poggiano su dei piedistalli in marmo bianco, identici per forma e dimensioni.

La statua maschile è posta sul lato sinistro mentre quella femminile su lato destro dell’ingresso principale, entrambe sono collocate alla stessa distanza dal paramento di facciata. Le statue presentano la superficie degradata a causa dei fenomeni di deterioramento provocati dalle escursioni termiche e dallo scorrimento dell’acqua piovana, essendo completamente esposte come le vicine statue del David e di Ercole e Caco. Anche su queste sculture sono presenti le linee preferenziali di scorrimento dell’acqua come ben evidenziato da quelle che scendono dal mento fino al ventre.

La divinità femminile presenta, infissa in un nodo del tronco d’albero da cui si genera, un anello in ferro, bloccato con piombo ribattuto al quale veniva appesa, in particolari occasioni cerimoniali, una catena a chiusura dell’accesso al Palazzo. L’altra estremità della catena veniva appesa ad un anello, ora mancante, infisso in un nodo del tronco d’albero da cui si genera la divinità maschile.
Sulla statua femminile in corrispondenza dell’anello in ferro, il marmo risulta ricomposto in seguito ad un distacco probabilmente provocato dall’ossidazione del ferro. Nella zona inferiore della statua sull’angolo sinistro sono presenti alcune fratture e delle macchie di ruggine (percolata dal soprastante anello).

Dove Siamo

Commenti

Nessun commento presente

Per lasciare un commento devi registrarti (compilando il form sottostante) o effettuare il login